Fiat 682 N2 camion trasporto pesante Fiat (1955/1963) Scheda tecnica e storia

Prodotto dal 1955 al 1963, questo modello può considerarsi uno dei più importanti camion prodotti

camionepocaproveFiat 682 N2 camion trasporto pesante Fiat (1955/1963) Scheda tecnica e storia
Fiat 682 N2 camion trasporto pesante Fiat (1955/1963) Scheda tecnica e storia

Fiat 682 N2 camion trasporto pesante Fiat (1955/1963) Scheda tecnica e storia

Contenuto non disponibile fino al consenso
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in alto

Prodotto dal 1955 al 1963, questo modello può considerarsi uno dei più importanti camion prodotti in Italia. Il motore che equipaggiava il “682”, era il Fiat “203.0/1”, un sei cilindri di 10,676 litri da 152 CV; si caratterizzava dalla camera di combustione ad alta turbolenza, dall’aerazione interna, dal termostato per consentirne il rapido riscaldamento in fase di avvio, dalla lubrificazione forzata mediante pompa ad ingranaggi e dalla depurazione continua dell’olio mediante un filtro a rete con pulizia comandata dal pedale della frizione.
Il motore era abbinato a un cambio a otto marce (quattro normali e quattro ridotte) più due retromarce.

I “682 N2/T2” adottavano una cabina strutturalmente molto simile a quelle del loro predecessore, il “682 N/T ” infatti gli elementi che le accomunavano erano il parabrezza anteriore diviso in due, i due finestrini posteriori, quelli laterali situati dietro le portiere e il grosso varco anteriore che serviva per sfilare il motore, nel caso in cui necessitasse grandi riparazioni. Le differenze più visibili, erano l’assenza delle vistose nervature orizzontali nei “682 N2/T2”, la vistosa calandra a griglia anteriore che ora era diventato un ovale diviso in due dal celebre baffo orizzontale, gli indicatori di direzione laterali che, nel modello più recente erano lampeggianti e in quello più anziano erano delle semplici aste metalliche che uscivano dal loro alloggiamento grazie ad una molla, una volta azionato l’apposito comando posto in cabina, la posizione delle cerniere delle porte, che nel modello più anziano e nei primissimi mesi di produzione di quello più moderno, erano in posizione posteriore, così da ottenere un’apertura “controvento”.
Nel successivo periodo di produzione dell’”N2” e del “T2”, le cerniere erano montate anteriormente. Nelle portiere incernierate posteriormente, i vetri erano scorrevoli; nelle altre, alzabili e abbassabili grazie ad una manovella posta all’interno dello sportello.

La cabina del Fiat “682 N2/T2” si presentava arredata in modo spartano; c’erano due sedili senza poggiatesta, rivestiti in similpelle nera. Il posto di guida, come di consueto era a destra ed era caratterizzato da una forte inclinazione in orizzontale del volante a tre razze, in bachelite bianca con anima in ferro. Il cruscotto era in metallo con indicatori circolari della velocità, del combustibile e della quantità d’aria contenuta nei serbatoi. All’estrema sinistra del cruscotto c’erano due leve, la più lunga serviva per azionare un potente freno motore e l’altra fungeva da acceleratore a mano. Sopra al parabrezza, uno per parte, apparivano i motorini per i tergicristalli, ora non con l’alberino passante in un foro fatto nel vetro come nel “682 N”, bensì passante sopra la guarnizione anteriore. Dietro i due motorini, c’erano due alette parasole in plastica trasparente oscurata. Avvitate ai due montanti, c’erano due maniglie, molto comode per l’accesso e la discesa dalla cabina. Inglobati nella portiera, c’erano anche due comodi deflettori. Esteriormente, il modello si differenziava dai due indicatori di direzione lampeggianti laterali montati in posizione verticale, il marchio di fabbrica più grosso rispetto le versioni successive e, da bacchette di ferro cromato che proteggevano il radiatore.
Il telaio era costituito da due longheroni in acciaio con profilo a “C”, collegati tra loro da traverse. Alla sinistra di questo, c’era il vano porta batterie e, alla destra, il serbatoio del gasolio. Le sospensioni del Fiat “682 N2/T2”, erano balestre semiellittiche (doppie per l’asse posteriore motorizzato) e i freni erano costituiti totalmente da tamburi. L’assale anteriore era rigido, invece quello posteriore era a semplice riduzione. Il veicolo era disponibile come autocarro oppure trattore nelle configurazioni 4×2. Se il proprietario avesse desiderato un camion a tre assi, questo veniva aggiunto al veicolo in posizione arretrata oppure avanzata rispetto l’assale trattivo da un allestitore specializzato, come Perlini, Fresia o Viberti. Era molto diffusa anche la combinazione composta da un autocarro e un semirimorchio. Al primo, veniva “accorciato” il telaio, aggiunti un terzo asse intermedio sterzante e la ralla e i vari collegamenti col semirimorchio. In alternativa poteva venire usato anche un trattore come autocarro. In questo caso, venivano allungati il passo e l’albero di trasmissione, veniva tolta la ralla e, sul telaio veniva installato un allestimento. Questo, era prevalentemente un cassone a ribaltamento posteriore quindi, quello che prima era un semplice trattore stradale, diventava un autocarro in tutti i sensi.

telecamera ledspazzatrice trattoreinox front cab scania r



related posts

Iveco 190 35 camion usato 6×2 ribaltabile trilaterale stabilizzato eu 3000

Contenuto non disponibile fino al consenso Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in altocamion usato 3 assi 6×2 Iveco 190-35, cabina letto, motore V8 aspirato, serbatoio carburante inox, ribaltabile trilaterale con stabilizzatore.Cilindrata […]

Read more
OM 50.10 (1975) camion 4×2 cassone fisso sponde in alluminio eu 1000

Contenuto non disponibile fino al consenso Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in altoSuper affare camion 2 assi 4×2 asse posteriore gemellato modello OM 50.10 ,Cilindrata:4561 cc Potenza:66.24 KW, Direttiva anti inquinamento  […]

Read more
Contenuto non disponibile fino al consenso
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in alto

test

Contenuto non disponibile fino al consenso
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in alto

Archivi

Questo sito usa cookie di profilazione di altri siti per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete solo dopo aver ottenuto il tuo consenso che comunque potrai revocare in qualsiasi momento lo desideri cliccando il link Maggiori informazioni presente in questo banner che stai leggendo . Cliccando il pulsante Accetto, accetterai di ricevere questi cookie. Se vuoi saperne di piu’ ; negare il consenso a tali cookie o modificare le impostazioni dei Cookies clicca quì maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi