Le migliori serie televisive di sempre

In questo periodo dove il tempo libero abbonda ...cosa fare per passare il tempo senza

Newutility-varieLe migliori serie televisive di sempre
Le migliori serie televisive di sempre

Le migliori serie televisive di sempre

Contenuto non disponibile fino al consenso
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in alto

In questo periodo dove il tempo libero abbonda …cosa fare per passare il tempo senza annoiarsi?

Ecco a voi una lista che aggiorneremo di volta in volta,  di tutte le serie televisive che sono davvero meritevoli di visione e che combatteranno egregiamente i

continui assalti di noia di queste giornate interminabili di quarantena, vogliamo precisare di non essere critici  cinematografici esperti quindi il nostro giudizio pur non essendo professionale,

vi potra’ dare un parere semplice e veloce del contenuto di ogni serie recensita.  Se questo post  vi è piaciuto condividete questa pagina ovunque Iscriviti al nostro gruppo su facebook

 

Boris

Alessandro da sempre appassionato del mondo dello spettacolo riesce ad avere un lavoro come  stagista nella produzione della fiction televisiva Gli occhi del cuore 2, egli  si accorge ben presto che il mondo dello spettacolo non è come se lo immaginava  ed inizia gradualmente il suo contatto e adattamento alla  realta’.Il regista della serie è  René Ferretti,  un regista talentuoso  , che da tempo ha  abbandonato le produzioni cinematografiche di alto livello,  per dedicarsi alle sottoproduzioni , avendo capito che sono i prodotti piu’ terra terra quelli che la gente preferisce, il suo metodo di regia è  come spesso asserisce lui stesso, «a cazzo di cane» spesso parla col suo pesciolino rosso “Boris” chiedendogli consigli . Stanis il  protagonista della fiction è un attoruncolo da strapazzo che si crede una grande star , Corinna è invece la protagonista femminile, un’attrice senza alcun talento ,Renè  la chiama «cagna maledetta» per via delle sue doti recitative  si trova li’ solo perche’ è l’amante del  capo della rete televisiva, il Dottor Cane. Boris è una serie televisiva tutta italiana prodotta e trasmessa da Fox, il genere potremmo definirlo umorismo noir, il protagonista della serie è il giovane timido Alessandro, anche se secondo me il vero protagonista della serie e’ il regista Renè,  interpretato da  un bravissimo Francesco Pannofino , il suo personaggio che  è un misto tra cinismo e simpatia è davvero eccezionale e conquista fin dalla sua prima apparizione!.

Sex Education

Otis è un comune adolescente britannico figlio di una terapista sessuale, il lavoro della madre ha sempre invaso la sua vita, tanto che lui non volendo è un grande esperto di problemi legati alla sessualita’. Il sedicenne frequenta l’Istituto Moordale insieme al suo migliore amico Eric. Riuscira’ a risolvere un problema di natura sessuale di un suo compagno di classe, grazie a questo la bella Maeve di cui è segretamente innamorato , comprende le abilità terapeutiche di Otis e gli propone di diventare il «terapista sessuale» degli studenti della scuola, previo pagamento. Così comincia l’avventura da sessuologo di Otis che, insieme con Maeve ed Eric, costituisce una vera e propria clinica del sesso. Serie di Netflix famosissima e di grande  successo  che potremmo inquadrare come comico/erotico molto spassosa, frizzante, leggera  e spensierata, il suo piu’ grande merito è quello di aver saputo usare un argomento cosi’ difficile come il sesso in modo simpatico e spassoso, una allegra e spensierata  serie capace di regalare tanto  buonumore, la seconda serie non è minimamente paragonabile alla prima, qualcuno degli sceneggiatori ha pensato di darle un impronta meno leggera, iniziando ad approfondire di piu’ i rapporti interpersonali , il tutto a danno dell humor e della leggerezza vero punto di forza Sex Education.


Van Helsing

Questa serie e’ ambientata in un futuro prossimo in cui i vampiri sono aumentati ed hanno preso il controllo sugli esseri umani. Vanessa Van Helsing, una discendente di Abraham Van Helsing (famoso cacciatore di vampiri e nemico acerrimo di Dracula)  si risveglia da un coma di tre anni dopo la sua presunta morte per ritrovarsi in un mondo post-apocalittico, la composizione unica del suo sangue le permette di trasformare i vampiri in esseri  umani nuovamente mordendoli, questo la rende l’obbiettivo principale dei vampiri che la vorrebbero morta ad ogni costo.  Viene protetta da un marines americano e da una dottoressa,  fino a quando dopo un aggressione degli zombies/vampiri non viene risvegliata, inizia cosi’ la sua lotta contro i vampiri seguita di volta in volta da vari personaggi, scoprira’ anche di avere una sorella Scarlet. Serie horror/splatter/post apocalittica…. quindi quale serie migliore da vedere in questo periodo, in uno scenario desolante fatto di grandi citta’ deserte e abbandonate  gli umani combattono disperatamente contro i vampiri predominati, se non vi piacciono le scene gore e la vista del sangue non ve la consiglio, questa serie è per palati forti, fatta questa premessa  devo dire che pur non essendo un capolavoro assoluto ( gli effetti speciali si potevano fare un tantino meglio) ,  se siete appassionati del genere  vi appassionera’ non poco  perche’ non c’è solo horror ma anche un po’ di mistero , suspence e  azione a ritmo frenetico .

Carnival Row
Le creature magiche : fauni, fate, centauri,  minotauri ecc   sono fuggite dalla loro patria devastata dalla guerra e si sono radunate in città immaginaria molto stile  Londra vittoriana, qui’ abitano insieme agli umani, questa convivenza pero’ diventa sempre piu’ difficile e  le tensioni  tra i cittadini e la crescente popolazione immigrata diventano sempre piu’ incontrollabili. Intanto a rendere la situazione ancora piu’ difficile c’è un serial killer che squarta orribilmente le sue vittime in stile Jack lo squartatore. Serie fantasy poliziesca con alcune scene che sconfinano nell horror splatter ,   trasmessa da Amazon e realizzata senza badare a spese, ma non per questo degna della massima considerazione, i costumi , le ambientazioni, gli effetti speciali sono di prim ordine, ma spesso non si riesce a seguire la storia, che gira tra questo serial killer e le tensioni tra umani e esseri magici, quest’ultimo tema è piu’ che mai attuale. Sicuramente lascia l’amaro in bocca, perche’ si poteva fare di piu’,  pero’ non se ne trovano tante in giro di serie fantasy/horror/poliziesco e questa contaminazione tra generi cosi’ diversi tra loro è davvero degna di attenzione!.

Magnum P.I.

Tornato dall’Afghanistan, Thomas Magnum, un ufficiale dei Navy SEAL, decide di lavorare  come investigatore privato alle Hawaii inoltre un suo grande amico, il famoso romanziere Robin Masters gli affida il compito di consulente per la sicurezza della sua villa super lussuosa ,  nella quale vive anche   un maggiordomo donna, Juliet Higgins, ex agente dei servizi segreti inglesi. Inizialmente i rapporti con Higgins sono un po conflittuali ,  pero’ col passare del tempo le cose cambiano e diventera’ partner a pieno titolo dell’agenzia. Magnum spesso è in contrasto il detective dell’HPD Gordon Katsumoto, ma i due si aiutano anche a vicenda quando necessario. Remake della celebre serie anni 80  ma sicuramente non agli stessi livelli, stendiamo un pietoso velo sull idea  di sostituire Higgins ( che nella vecchia serie era il classico maggiordomo english style) che era un po’ la spalla di Magnum il completamento del suo personaggio, qui’ troviamo al suo posto una poco credibile maggiordomo donna che non condivide col suo predecessore la simpatia e la la recitazione ( sulla quale preferisco non dilungarmi oltre!) quindi vi chiederete come mai ho deciso di inserirla in questa lista; perche’ nonostante le sue mancanze gli scenari delle Hawaii sono davvero troppo belli e ci aiutano ad evadere dagli scenari attuali non proprio esaltanti, per la bellissima Ferrari con cui Magnum se ne va in giro…la vera protagonista del film e infine  perche’ proprio per la sua natura soft senza pretese , offre  un buon intrattenimento.

Rocco Schiavone

Rocco Schiavone e’ il nuovo vice questore aggiunto della questura di Aosta, dov’è stato trasferito da Roma per motivi disciplinari.  Poliziotto dai modi arroganti,  sprezzanti, tanto con i colleghi quanto con i criminali, sempre irrascibile e poco incline ai rapporti con gli altri e per concludere è anche un abituale fumatore di spinelli.  Schiavone da romano verace  non riesce ad adattarsi alla nuova citta’ in cui deve operare ben diversa dalla sua Roma, molto spesso si trova ad infrangere quelle regole che proprio lui in quanto delle forze dell ordine dovrebbe rispettare e non di rado compie anche operazioni poco lecite spesso aiutato da colleghi o amici della mala romana .  Sul versante privato non disdegna di avere incontri con prostitute e varie relazioni con donne del posto,  dopo tanti anni l’uomo non riesce ancora a dimenticare l’amata moglie Marina una presenza costante che ogni giorno lo accompagna sotto forma di allucinazione. Una delle serie piu’ belle che la RAI abbia mai prodotto, se pensate che si tratti del solito poliziesco tipo Montalbano ecc vi sbagliate perche’ Rocco Schiavone è un personaggio davvero originale e fuori dagli schemi , simile a nessun altro…e’ burbero ma ha un grande cuore, un personaggio che ti è simpatico da subito e a cui non riesci a non affezionarti;  non disdegna di fare cose losche…pero’ non si tira ma indietro se si tratta di aiutare chi ha bisogno, i suo metodi forse sono bruschi e non convenzionali ma c’è da dire che risolve sempre i suoi casi. Rocco Schiavone è interpretato da Marco Giallini che trasporta sul piccolo schermo l’esatta immagine del personaggio descritto nel libro, persino il dialetto romano usato spesso da Schiavone è quella pennellata in piu’ che rende in quadro totale capolavoro assoluto.

Nero Wolfe 
Roma, 1959 il famoso detective americano Nero Wolfe, dopo avere avuto alcuni problemi con l FBI, abbandona New York e si trasferisce a Roma . Viene seguito dal suo fedele assistente Archie Goodwin , insieme affittano una grande casa sulla Nomentana,  Nero Wolfe è un personaggio davvero diverso da quello del detective tipico, non lascia quasi mai la sua casa e il suo assistente che svolge le indagini sotto la sua guida attenta , è molto scontroso ,  burbero e le sue grandi passioni sono la buona cucina e le orchidee. Questi passatempi richiedono però del denaro, così Archie incomincia a procurare a Wolfe dei nuovi clienti. Si tratta di una serie giallo/poliziesco a tinte comiche prodotta da Barbareschi e disponile sulla RAI , Francesco Pannofino interpreta magistralmente Wolfe,  ogni puntata e’ ricca di  enigmi e intrighi che poteranno a scoprire gli autori dei delitti e come in ogni film giallo che si rispetti sara’ uno spasso  cercare di scoprire  il colpevole prima de detective e alla fine il colpevole irrimediabilmente sara’ sempre il meno plausibile e ascoltare il ragionamento del detective che lo ha portato alla soluzione del caso è impagabile.

L’ispettore Coliandro 

La serie è un  poliziesco/comico anche se in alcune puntate si sentono contaminazioni piacevoli con altri generi, Coliandro è un giovane ispettore in servizio a Bologna un po’ grezzotto e appassionato dell’Ispettore Callaghan,  che vorrebbe emulare non riuscendoci e spesso mettendosi in ridicolo,  per motivi fortuiti non derivanti dalla sua volonta’, si trova sempre coinvolto in casi importanti, che affronta in modo temerario ma che a causa della sua imbranataggine lo portano sempre in un mare di guai. Nelle  sue indagini Coliandro riceve l’aiuto dei colleghi, gli ispettori Trombetti e Gamberini, e il timido agente Gargiulo ,  in ogni  indagine Coliandro è sempre aiutato da una bella ragazza, sempre diversa che, con le sue informazioni, lo aiuta a portare a termine l’indagine. Coliandro riesce ogni volta, in un modo o nell’altro, a venire a capo dell’indagine grazie anche a colpi di fortuna inaspettati.  Scritto da Lucarelli e diretto dai Manetti Bros, questa serie non vi deludera’ e l’ispettore vi conquistera’ da subito con la sua simpatia , una serie  spassosa e divertente come poche, con momenti action che un po’ ricordano in polizieschi del cinema di genere italiano.  Disponile sulle piattaforme RAI

Lucifer
Lucifer, annoiato del suo ruolo di signore degli Inferi e rancoroso nei confronti di suo padre “Dio” per averlo fatto cadere all’inferno, abbandona il suo regno insieme al demone  Mazikeen e si trasferisce a Los Angeles, dove dopo aver  preso forma umana per celare il suo aspetto demoniaco ,  mette su un night club di nome “Lux”,  in breve tempo diviene molto conosciuto grazie al giro di favori che inizia a dispensare. Successivamente , una serie di circostanze portano Lucifer a conoscere la bella detective Chloe  con cui instaura un rapporto di collaborazione come consulente esterno alla polizia per la risoluzione dei casi. Dio manda sulla terra suo fratello l angelo  Amenadiel,  per convincerlo a  tornare all’inferno,  ma  Lucifer incurante delle richieste del fratello  continua a collaborare con Chloe, con la quale nasce un rapporto affettuoso ma conflittuale, tanto da dover ricorrere all’aiuto dalla terapista Linda. Sicuramente una delle piu’ belle serie degli ultimi anni… da poco disponibile anche su mediaset , la coppia Lucifer cinico, invadente, egocentrico   dotato di un sottile humor nero davvero gradevole e la poliziotta Chloe  razionale, sensibile e pacata funziona  alla grande. Si è detto ogni cosa possibile e immaginabile su questa serie, criticata , osannata c’è persino chi la manderebbe  al rogo perche’ trasmetterebbe un immagine sbagliata del maligno,  seguendo la serie Lucifer infatti si ha  un immagine ben diversa del maligno, rispetto  a quella descritta in vari libri religiosi e non, simpatico, belloccio, elegante e persino sentimentale ,  pero’ tralasciando queste inutili polemiche , c’è da dire che una serie deve intrattenere piacevolmente , non annoiare , creare una piacevole evasione dai pensieri e problemi quotidiani, e vi posso assicurare che questa serie svolge il suo compito alla perfezione, in particolare la stagione 1 è davvero il top e va vista assolutamente , nelle altre stagioni un po’ del fascino del diavolo si perde , anche perche’ la storia inizia un po’ a impasticciarsi tra l ‘arrivo del suo primo amore Eva, Caino, sua madre la Dea della creazione ecc diventa un po’ ridicolo!

Orphan Black 

Sarah  è una giovane  affascinate truffatrice di strada , suo malgrado è  testimone del suicidio di una donna… Beth , che sembra essere la sua gemella,  cosi’ decide di assumerne  l’identita’  e l’occupazione come detective della polizia . Sarah scoprira’  di essere un clone e di avere molti cloni sorelle; in  America e in Europa e che fanno tutti parte di un esperimento illegale di clonazione umana, inoltre qualcuno sta complottando per uccidere tutte loro. Aiutata dal  fratello adottivo, Felix , e a due sorelle cloni, Alison  e Cosima , Sarah scopre l’origine dei cloni: un movimento scientifico chiamato Neoluzione che ha la propria base  in una ricca e potente  società biotecnologica, il Dyad Institute, guidato dal  clone Rachel .  Sarah scopre di essere ricercata anche dalla polizia e da un gruppo religioso segreto, i proletani. Alcuni proletani compiono  assassinii dei clone, perché essi credono che  siano abomini demoniaci  e usano la sorella gemella biologica di Sarah, Helena. Sarah diventa oggetto di interesse per vari movimenti segreti e per la stessa Dyad perchè è l’unico clone ad avere avuto figli poiche’ le altre sono sterili. Nascerà così una vera e propria caccia per scoprire i motivi della fertilità di Sarah . Col passare delle puntate vengono aggiunti nuovi elementi che arricchiscono la storia e accrescono l’interesse per la visione della serie, i colpi di scena sono frenetici e si susseguono a ritmo incalzante uno dietro l’altro, nuovi nemici e nuovi amici, i cloni maschili , una malattia che mette in pericolo i cloni sia maschili che femminili, esperimenti genetici segreti, la vita eterna, un isola sconosciuta che ricorda quella del dott. Moreau  e tanto altro. La serie che potrebbe essere inquadrata come thriller fantasy mistery, colpisce subito fin dalla prima puntata, gran parte del merito va’  alla storia davvero originale e ricca di continui colpi di scena,  la protagonista l’attrice Tatiana Maslany  interpreta contemporaneamente tutti i clone ognuno con una sua  personalita’ e riesce ad essere sempre a suo agio con ogni personaggio. Puo’ sembrare impossibile per una serie appassionare ed incollare allo schermo per ben  5 stagioni da 10 episodi l’uno , ma questa serie ci riesce perfettamente come poche, finito di vedere un episodio non resisterete alla tentazione di vedere il prossimo.

Blindspot

All’ interno di un borsone lasciato al centro di Times Square  a New York  si cela una donna spaesata, priva di vestiti, con il corpo interamente coperto da misteriosi tatuaggi e senza alcun ricordo sulla sua vita precedente. Uno dei tanti tatuaggi  sulla sua schiena  e’  il nome dell agente dell FBI Kurt Weller, non sono presenti foto nel database FBI ne impronte ne qualsiasi cosa possa chiarire il mistero sulla sua identita’, cosi viene deciso di affidarla alla squadra speciale  composta dagli agenti Kurt Weller, Edgar Reade, Tasha Zapata e Patterson. Da subito la squadra scopre che ogni tatuaggio nasconde un enigma  che li condurrà ad indagare su crimini misteriosi e di elevata importanza. Che dire sull ‘ innegabile l’originalita’ di un corpo coperto da tatuaggi che nasconde tanti enigmi  da risolvere ,  il doppio personaggio Jane /Remi  cattivo/buono  davvero curato nei particolari  e impersonato alla perfezione dall’attrice Jaimie Alexander,  il film in alcune scene cade un po’ nel ridicolo tra le tante minacce nucleari alla nazione, virus di ogni genere, gruppi terroristici letali sconfitti un po’ troppo facilmente e un po’ di lacune nella sceneggiatura che creano problemi seri  nel seguire la storia, pero’ se si guarda senza tante pretese non delude e con tanta azione riesce a non annoiare.


Scream

è una serie televisiva  statunitense , basata sull’omonimo film horror campione di incassi del maestro del genere Wes Craven , vede protagonista un gruppo di studenti di una scuola superiore di un piccolo paese della provincia americana,  alle prese con un serial killer mascherato ( la maschera è un po’ diversa da quella che vedete nel film Scream ma e’ ugualmente inquietante!) , ognuno degli abitanti del paese dove si svolge la vicenda ha segreti nascosti e con il susseguirsi degli omicidi ognuno sembra colpevole ,alla fine come spesso accade in questo genere di film  il piu’ impensabile è il colpevole. Questa serie è stata per me una vera sorpresa, con poche speranze di appassionarmi alla storia, ho iniziato a seguirla e immediatamente sono stato catturato dalla storia, con ottimi momenti di suspence da far rimare senza fiato e  scene splatter sapientemente dosate e discretamente realizzate . Sembra impossibile che da un film horror sia stato possibile realizzare una serie…ebbene si! e il risultato  è davvero soddisfacente una serie che  e’ coinvolgente dalla prima all ultima puntata che mischia sapientemente il genere horror con il thriller con lo splatter a completare il tutto.


Black Mirror

Si tratta di una serie televisiva anglosassone di tipo antologica, cio’ significa che gli scenari e i  personaggi sono diversi per ogni episodio ,ogni puntata è un po’ come se  fosse un film completo. Il format  di ogni puntata e’  basato sulle sfide poste dall’introduzione di nuove tecnologie, in particolare nel campo dei media e come i media in un immediato futuro cambieranno radicalmente il nostro modo di vivere, di come si impadroniranno delle nostre vite, del nostro modo di pensare, delle nostre coscienze ,si parla del potere dei social, il virtuale come si potrebbe evolvere, il controllo delle persone con la tecnologia, macchine per leggere i pensieri, giocattoli che si adattano al carattere del proprietario e ogni sorta di possibile tecnologia che si potrebbe sviluppare in futuro . Vi assicuro che ogni episodio vi lasciera’ tanto a cui pensare,  come con poche serie potrebbe succedere io amo definirla una serie che apre la mente!.

La casa di carta  (La casa de papel)
La storia si sviluppa intorno all  organizzazione di una rapina estremamente  originale: irrompere nella Fábrica Nacional de Moneda y Timbre, a Madrid, far stampare migliaia di banconote e scappare con il bottino. Il geniale ideatore di questa impresa si fa chiamare  “il Professore”. Costui compone una squadra di persone che non hanno nulla da perdere e lo addestra scrupolosamente senza lasciare nulla al caso in una villa desolata in aperta campagna. Ciascun membro durante la rapina agisce vestito di rosso con una maschera del pittore spagnolo Salvador Dalí. Ad ogni componente della squadra viene chiesto di non rivelare il suo nome e vengono dati dei pseudonimi: Tokyo, Mosca, Berlino, Nairobi, Rio, Denver, Helsinki e Oslo.  Costoro irrompono nella Fábrica Nacional de Moneda y Timbre e prendono come ostaggi tutte le persone che lavorano li’, compresa una comitiva di ragazzi in gita , inizia l’operazione con tanti colpi di scena.

La prima serie devo dire che lascia inchiodati allo schermo dal primo all’ultimo minuto, mai noiosa grazie anche alla sapiente caratterizzazione dei personaggi , come non rimanere conquistati dalla sensuale e  ribelle Tokio , dal  sottile cinismo di Berlino , l intelligente  Professore capace di aver pensato a tutto e aver previsto tutte le mosse della Polizia e,  una trama cosi’ originale mai vista in un altro film come si puo’ non amare questa serie, non posso dire  altrettanto sulla seconda serie in cui il gruppo che dopo il colpo si godeva la vita e i tanti soldi in paradisi esotici, torna di nuovo all opera con un altro audace colpo rubare tutto l oro della Banca Centrale spagnola…a me personalmente,  mi è sembrata fin dal primo momento un operazione minestra riscaldata, ma amando i vari personaggi della storia non ho potuto non iniziare a vedere questi nuovi episodi, ma purtroppo non sono riuscito ad apprezzare questa serie come la prima, varie volte sono stato preso da attacchi di noia e sonno improvviso, ma e’ la serie televisiva piu’ vista al mondo è quindi merita attenzione in particolar modo la prima serie.

Wynonna Herp

  a mio parere una delle serie piu’ originali che trovate sulla piattaforma Netflix si tratta di un Horror, westren , fantasy  tratto dall omonima graphic novel  ,la protagonista è  Wynonna Earp  ,  a causa  della maledizione legata alla sua famiglia: tutti i criminali uccisi da suo bis bis nonno, lo sceriffo Wyatt Earp, sono divenuti demoni immortali e minacciano la vita della dinastia Earp. Per rompere la maledizione tutti questi criminali demoniaci  devono essere ammazzati nuovamente per essere sbattuti definitivamente all inferno,  essendo demoni  l’unica cosa che  puo’ eliminarli definitivamente e’ la  Colt 45, la cosiddetta “Pacificatrice” (“Peace Maker” nella versione inglese) appertenuta al suo antenato  sara’ aiutata da  sua sorella Waverly, all’agente Xavier Dolls e al suo amico immortale Doc Holliday .

La serie è  curatissima in ogni minimo particolare  a partire dai luoghi  in classico stile selvaggio western ( anche se è ambientata ai giorni nostri) la colonna sonora country rock  “Tell That Devil” di Jill Andrews ( che vi consiglio di ascoltare assolutamente!)  e la protagonista  ben lontana dagli stereotipi della super eroina perfettina propinata da innumerevoli  film hollywoodiani e che onestamente ha stancato, rude nei modi, deviata, alcoolizzata,  testa calda e  dotata di una bellezza selvaggia davvero particolare che ben si addice al personaggio davvero particolare che interpreta, persino il linguaggio usato , diretto senza filtri  da al tutto un fascino in piu’ , in ultimo non si puo’ non menzionare  i nemici demoni , che sono davvero ben curati e richiamano un po’  a tutti quanti ai vari personaggi che abbiamo visto in tanti film western,  solo qui’ sono in versione incazzata!

 

The Walking dead 

Rick  è un vice sceriffo durante uno scontro al fuoco viene colpito , va in coma, lasciando tra le lacrime la moglie Lori e il figlio Carl. Dopo un po’ di tempo si risveglia , ma quello che gli appare , è davvero  traumatico: l’ospedale è distrutto ed è pieno di cadaveri, all esterno è ancora peggio vi sono un infinita’ di salme orrendamente maciullate ovunque . Rick inizialmente spaesato ci mette ben poco a capire cio’ che è successo : il “virus” che sembrava essere controllato prima del suo incidente, ha preso il sopravvento. I morti si risvegliano e attaccano i vivi per sbranarli ,ormai i vivi sono sempre di meno e disperati lottano per sopravvivere nascondendosi e scappando. Il vice sceriffo inizia il suo viaggio  cercando disperatamente di trovare la moglie e il figlio,  li trovera’  insieme ad un gruppo che si è rifugiato sulle montagne , ma ogni posto anche sperduto non è sicuro a lungo, oramai gli zombie sono ovunque cosi’ iniziano a scappare in posti sempre diversi , ma   presto si accorgera’ che i veri nemici non sono solo i morti che camminano, ma sono proprio gli esseri umani, che sono spinti unicamente dall’istinto di sopravvivenza.  Non potevamo certo non parlare di The Walking Dead , la pluri famosa serie Fox realizzata in ben 10 stagioni. Iniziamo col dire che si tratta di una serie horror splatter avventurosa, ma non si tratta del solito zombies  movies, c’è tanto di piu’…perlomeno le prime serie, poi mano mano qualcosa si perde. Comunque iniziamo col dire che il protagonista non è il solito simil Rambo che onestamente ha fatto il suo tempo, ma una persona semplice in cui tutti ci possiamo immedesimare, dotato di sani principi, spesso ha dei dubbi su cosa fare e cerca di mantenere sempre un grande umanita’ e sensibilita’  anche se gli eventi e le persone con cui viene a contatto riusciranno perlomeno in parte a trasformarlo. Cio’ che è veramente bello in questa serie e vedere come in un emergenza cosi’ terrificante un “Virus che trasforma gli uomini in zombie famelici” gli esseri umani invece di essere uniti a combattere, tirano fuori il peggio di loro; egoismo, razzismo, crudelta’, ecc gli Zombie ci sono disgustosi e paurosi piu’ che mai , la suspence e’ davvero tanta ma fanno da contorno alle lotte disperate per la sopravvivenza ad ogni costo, l ‘abbattimento di ogni ideale di ogni sentimento, persino Carl il figlio di 7 anni di Rick diventera’ freddo e intollerante alla vista di tanto orrore.  Beh cos altro dire è una serie che va’ vista assolutamente e che vi lascera’ tanto su cui pensare.

How I Met Your Mother

Nell’anno 2030 Ted , un affermato architetto, inizia a raccontare ai suoi due figli come ha conosciuto sua moglie ovvero la loro madre. Inizia a raccontare di quando era sigle e viveva le sua giornate con i suoi amici inseparabili Marshall  e Lily , una giovane coppia di innamorati, fidanzati dai tempi del college. La loro combriccola era completata da Barney , un ricco e impenitente donnaiolo  , alla comitiva si unira’  Robin , una ragazza canadese appena arrivata in città, reporter in una piccola emittente televisiva locale, Ted è innamorato do Robin ma lei non essendo pronta ad un rapporto serio instaura un rapporto di amicizia  .

offertissime

related posts

Iveco 170 NC 35 trattore stradale vintage classic truck

Contenuto non disponibile fino al consenso Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in altoIl primo  trattore stradale gamma pesante presentato in era Iveco adottava ancora la cabina H ,ma rialzata per aumentare […]

Read more
Camion Scania R 560 6×4 Gasolio Euro 5 usato ribaltabile trilaterale

Contenuto non disponibile fino al consenso Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in altoMarca Scania Gamma  R Modello 560 anno 2012 Cambio automatico Rallentatore idraulico Sospensioni Meccaniche Gancio di traino Regolatore di […]

Read more
Mercedes 4148 K AROCS Carro OM471 mezzo d’opera ribaltabile vasca Comec

Contenuto non disponibile fino al consenso Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in altoTipologia  motrice mezzo d’opera 4 assi 8×4 Cilindrata 12.809 cc CV (kW) 476 cv (350 kW) Trazione Posteriore Cambio […]

Read more
Contenuto non disponibile fino al consenso
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in alto

test

Contenuto non disponibile fino al consenso
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o cliccando direttamente qui' potrai revocare il consenso in qualsiasi momento tu lo voglia cliccando su Cookie e privacy il pulsante in alto

Archivi

Per fornirti un esperienza di navigazione sempre migliore e quindi rendere la tua permanenza sul nostro sito il piu' possibile piacevole , utilizziamo cookie di profilazione di altri siti per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete ,solo dopo aver ottenuto il tuo consenso che comunque potrai revocare in qualsiasi momento lo desideri cliccando il link Maggiori informazioni presente in questo banner che stai leggendo . Cliccando il pulsante Accetto, accetterai di ricevere questi cookie. Se vuoi saperne di piu’ ; negare il consenso a tali cookie o modificare le impostazioni dei Cookies clicca quì maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi